di Chiara Distratis

Regine (e re) di spade

fiamme oro

Le Olimpiadi di Rio si avvicinano e i campioni affilano gli artigli ,o meglio, le lame. È il caso di Elisa Di Francisca (nella foto in alto) che , dopo un lungo digiuno di sette mesi, torna ad assaporare il gusto della vittoria nella prova di Coppa del Mondo di fioretto femminile che si è svolta ad Algeri dal 5 al 7 febbraio. Dopo aver eliminato in semifinale la compagna di squadra Arianna Errigo, la nostra Elisa ha sconfitto in finale l‘ altra azzurra,  Martina Batini, col punteggio di 15-12.
Per i colori delle Fiamme oro si tratta di un’altra prestigiosa vittoria in Coppa del Mondo, dopo quella conquistata a Danzica (Polonia) da Alice Volpi (nella foto a destra)  nella prova a squadre di fioretto femminile. Ma i buoni risultati non sono finiti qui,  gli atleti delle Fiamme oro della scherma hanno esordito nel 2016 in maniera prepotente: Andrea Santarelli  e Marco Fichera (rispettivamente il primo e il secondo da destra nella foto accanto) si sono confermati pedine fondamentali della spada azzurra  vincendo la prova di Coppa del Mondo a squadre maschile ad Heldenheim (Germania) e conquistando il pass per Rio 2016. Accanto ai campioni, anche i nostri giovani crescono bene: Francesco Ingargiola ha vinto la gara individuale e a squadre di Coppa del Mondo Under 20 nel fioretto maschile ad Aix en Provence  (Francia) e quella individuale a Londra, mentre Erica Cipressa ha conquistato il bronzo nel fioretto femminile nella prova di Coppa del Mondo under 20 a Moedling (Austria).

______________________________

La conquista dell’America

Buone notizie sono arrivate nei giorni scorsi da oltre oceano, in particolare da Manhattan Beach, dove Jeanine Cicognini ha trionfato al Mbbc Usa International 2016 di Badminton vincendo una splendida medaglia d’oro nel singolare femminile. L’atleta delle Fiamme oro ha conquistato il prestigioso torneo, valido tra l’altro per l’assegnazione dei preziosissimi punti in chiave qualificazione per i Giochi olimpici di Rio, sconfiggendo in finale la messicana Haramara Gaitana. Dopo un primo set molto combattuto (22 a 20)  in cui l’azzurra ha dovuto annullare un set point alla sua avversaria, la gara non ha più avuto storia e Jeanine Cicognini ha chiuso il confronto aggiudicandosi il secondo parziale in tutta scioltezza (21 a 9). Una vittoria forse insperata alla vigilia, considerando che la nostra campionessa era reduce da un’infiammazione al tendine d’Achille che l’aveva impensierita nelle ultime settimane. Anche il settore maschile è andato a medaglia con l’altro atleta cremisi Rosario Maddaloni che si è però dovuto ”accontentare” di quella di bronzo.  Per lui rimane la soddisfazione di essere comunque salito sul podio e la possibilità di continuare a sperare nel sogno olimpico. «Gli ottimi risultati - ha dichiarato il direttore tecnico della squadra azzurra, Arturo Ruiz -  hanno confermato lo straordinario lavoro svolto dalla Federazione e il buon  livello raggiunto dai nostri ragazzi. In particolare la vittoria di Jeanine ha rappresentato un enorme passo avanti in vista delle Olimpiadi di Rio de Janeiro».

______________________________

 

04/03/2016