a cura di Anna Lisa Spitaletta

Web sicuro. Napolitano e Pansa per

Web sicuro. Napolitano e Pansa per

La polizia postale ha scaldato i motori del truck di “Una vita da social”, che è ripartito il 13 gennaio, con l’edizione 2015 della campagna informativa sulla corretta navigazione in Internet per gli studenti delle scuole d’Italia.
Il taglio del nastro di partenza del progetto informativo viaggiante a bordo del tir ha ricevuto la più prestigiosa location istituzionale del nostro Paese, con il saluto, alla presenza del capo della Polizia Alessandro Pansa in piazza del Quirinale, del presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, prima delle sue dimissioni.
Napolitano aveva apprezzato particolarmente l’iniziativa in un messaggio scritto al prefetto Pansa in cui sottolineava: «Credo che la Rete sia una risorsa straordinaria e un mezzo potentissimo di comunicazione, capace di incidere profondamente nel nostro modo di essere comunità, cambiando radicalmente le nostre abitudini e le nostre relazioni. Ma sappiamo quanto un suo uso distorto possa avere conseguenze drammatiche per chi vi si avvicina senza tener conto che la Rete viene impiegata anche da soggetti molto pericolosi. Apprezzo, quindi, particolarmente quest’iniziativa e l’impegno espresso dalle strutture educative e da quanti hanno a cuore i problemi dell’infanzia e dell’adolescenza che collaborano a questo progetto della Polizia di Stato per la diffusione della legalità nella Rete e con la Rete». Ad affollare l’esclusivo piazzale antistante il Quirinale c’erano circa duecento studenti per lo start di partenza del tir, che si prevede ne ospiterà a bordo altre centinaia nelle 55 tappe lungo lo Stivale, fino alla ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/02/2015