a cura di Anacleto Flori

Giorni da biker

CONDIVIDI

Quest’anno anche la Polizia ha scaldato i motori alla manifestazione “Motodays”, giunta alla sua 6° edizione. La kermesse, che si è svolta dal 7 al 10 marzo scorsi, ospitata nei padiglioni della Fiera di Roma, ha visto per la prima volta la partecipazione della polizia di Stato con due stand dedicati, un’area vintage con i mezzi storici su due ruote della Stradale e uno dedicato all’innovazione, dove spiccava la moto BMW 850, in un connubio di tradizione e modernità. Testimonial d’eccezione del salone delle due ruote targato polizia di Stato, gli atleti delle Fiamme oro del settore motociclismo Simone Corsi per la specialità Moto 2 e Danilo Petrucci e Michele Pirro per il Moto GP. In particolare quest’ultimo ha legato indissolubilmente il suo nome alla casa motociclistica nostrana Ducati «un vero simbolo del nostro Paese», ha sottolineato il direttore dell’Ufficio relazioni esterne Maurizio Masciopinto nel presentare l’atleta. E a proposito del ruolo di responsabilità dei “ragazzi cremisi” ha aggiunto: «I nostri sportivi sono chiamati a un doppio impegno: l’agonismo in pista e il modello di valori importanti e di umanità fuori». Il richiamo alla responsabilità e alla sicurezza è stato anche il tema cardine dello stand della polizia stradale, protagonista dell’appuntamento con una serie di incontri dal titolo “sicuramente in moto”, che si sono svolti nell’area espositiva. Gli operatori della Stradale, prodighi di consigli ai motociclisti, hanno parlato ad un pubblico composto da persone di tutte le età, accomunate dalla passione per le due ruote, rafforzando le spiegazioni con la proiezione di spot tematici e filmati sui comportamenti di guida rischiosi come l’eccesso di velocità, la guida in stato di ebrezza e sotto l’effetto di stupefacenti o il mancato uso del casco. A disposizione dei visitatori l’etilometro e uno speciale circuito dove, indossando un paio di occhiali che causano la distorsione della vista simulando l’effetto dell’ebrezza, era possibile sperimentare, attraverso il passaggio tra i birilli ad un’andatura molto lenta, la pericolosità degli ostacoli. Non è certo mancato alla manifestazione l’elemento spettacolare, con l’esibizione di storici stuntman e figuranti del mondo del cinema. Questi “numeri” però lasciamoli ai professionisti…
Cristina Di Lucente

--------------------
Cybervolanti
Roma. Nove minori su dieci navigano quotidianamente, il 18% afferma di trascorrere più di tre ore al giorno sulla Rete ma solo tre genitori su dieci sono attenti all’uso che i loro figli fanno di Internet. Questi sono solo alcuni fra i dati più significativi rilevati da una ricerca del Moige (movimento italiano genitori) e dell’Istituto di terapia cognitivo interpersonale dell’Università Lumsa di Roma, condotta su un campione di circa 1.000 minori in Italia. I risultati dell’indagine sono stati presentati lo scorso 5 febbraio presso l’Ufficio relazioni esterne e cerimoniale del ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/03/2013