Sergio Foffo

Sciabola di bronzo per Sarri

CONDIVIDI

Alessio Sarri ha vinto la medaglia di bronzo nella sciabola individuale, categoria B, ai XIV Giochi paraolimpici svolti a Londra dal 29 agosto al 9 settembre.
Il portacolori delle Fiamme oro ha sconfitto nella finale per il terzo posto il russo Marat Yusupov con il punteggio di 15 a 7, conquistando così la prima medaglia paralimpica della storia per il Gruppo sportivo della Polizia di Stato.
Dopo essersi qualificato per i quarti l’atleta delle Fiamme oro aveva eliminato l’ucraino Datsko (15-13) al termine di un incontro molto tirato, mentre è uscito sconfitto dall’incontro di semifinale disputato contro il polacco Pluta (10-15), che ha poi vinto l’oro battendo in finale il francese Cratere.
«La desideravo, la volevo troppo questa medaglia – ha commentato Alessio dopo la gara – non ci poteva essere niente e nessuno che me la potesse togliere. Ad Atene avevo otto anni di meno(31, ndr) quindi magari c’era un pò più di emozione, era la prima volta che stavo lì con tutta la gente intorno. Londra è la terza Olimpiade per me, ma l’emozione è sempre la stessa anche se partecipi a 40 Olimpiadi».
Alessio prosegue sottolineando quanto sia importante nella sua disciplina l’approccio mentale: «Questo sport è malefico per quanto riguarda la testa, per questo da tre anni lavoro con una mental coach. Per ottenere questo risultato in altri momenti avrei fatto molta più fatica, ma grazie al lavoro fatto con lei, nel giro di dieci minuti, il tempo intercorso tra la sconfitta in semifinale e la finale per il terzo e quarto posto, mi sono tolto l’amarezza e ricaricato immediatamente per l’incontro, e penso di esserci riuscito benissimo».
La vita di Alessio Sarri è cambiata nel 1998 quando un incidente con la moto lo ha costretto alla sedia a rotelle. Nel 2000 ha iniziato a praticare la scherma in ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/10/2012