Maurizio Costanzo

Io lavoro di notte

CONDIVIDI

Quando ho cominciato a fare il giornalista – e sono passati purtroppo moltissimi anni – si diceva che di notte giravano i ladri, le puttane e i giornalisti. Non era tenuta in grande considerazione, la professione. È anche vero che, non essendoci le nuove tecnologie, allora i giornali andavano in stampa se non all’alba, poco prima. In realtà, è vero che di ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/04/2012