a cura di Anacleto Flori

Panariello, una mano alla sicurezza stradale

CONDIVIDI

Roma. Anche un tema spesso drammatico come quello della sicurezza stradale può essere trattato con il sorriso sulle labbra se a farlo è un comico di razza come Giorgio Panariello. Il simpatico showman toscano ha parlato e scherzato a lungo proprio di poliziotti e di guida sicura, durante la terza puntata del suo Panariello non esiste, andata in onda lo scorso 19 marzo su Canale 5. Ma dopo i sorrisi e le gag, l’atmosfera si è fatta di colpo seria quando è andato in onda un video, realistico, scioccante, di forte impatto emotivo che arriva dritto al cuore e fa pensare mentre mostra due ragazzi felici, una serata in discoteca e il futuro tutto da vivere: poi un solo, maledetto attimo di distrazione, forse la stanchezza, forse l’alcol. A realizzare il filmato è stata la Polizia di Stato, da sempre in prima linea per combattere le “stragi del sabato sera”. Il messaggio che la Stradale vuole trasmettere ai giovani è diretto: divertirsi in discoteca sì, ma attenti alla guida dopo, quando si torna a casa. Èd ancora Panariello a ricordarlo con uno slogan che vorremmo rimanesse impresso a lungo nella mente dei ragazzi: «Quando la notte vi corre incontro troppo in fretta, rallentate e aspettate che vi raggiunga il giorno».
Alla serata dedicata alle nuove generazioni e ai nuovi linguaggi hanno preso parte molti ospiti d’eccezione come Claudio Baglioni, Massimo Ghini, Massimo Ranieri, Rocco Papaleo, Martina Stella, Alessio Vinci e Giuliano Sangiorgi la voce dei Negramaro. E accanto a loro anche i “signori della Polizia di Stato”, come li ha simpaticamente presentati il comico toscano: Maurizio Masciopinto, direttore dell’Ufficio relazioni esterne della Polizia di Stato e la responsabile dei 12mila uomini e donne della Stradale, Maria Luisa Pellizzari. Masciopinto dopo aver ringraziato Giorgio Panariello per la sensibilità dimostrata nei confronti dei giovani ha ricordato le parole che spesso ripete il capo della Polizia Antonio Manganelli a proposito delle numerose campagne sulla sicurezza stradale che promuove la Polizia di Stato: «Il nostro impegno è quello di costruire il futuro rapporto tra le Istituzioni e la società del domani». Altro momento importante della serata ha riguardato la presentazione della “Fondazione Montecatone” di Imola da anni impegnata a fianco di chi ha subìto un grave incidente stradale, con percorsi idonei di cura nel trattamento delle lesioni midollari e celebrali.

Save You Save Me
Milano. È stato presentato in ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/04/2012