a cura di Anna Lisa Spitaletta

CANCELLIERI E MANGANELLI A PALERMO: LO STATO INVESTE NEL “BENE”

CONDIVIDI

Il neo ministro dell’Interno Anna Maria Cancellieri e il capo della Polizia Antonio Manganelli hanno inaugurato insieme al vice capo della Polizia Francesco Cirillo e alla presenza delle massime autorità civili e militari, la nuova sede di Palermo dell’Agenzia dei beni sequestrati e confiscati alla criminalità organizzata. Il taglio del nastro è avvenuto nell’appartamento al 4° piano di via Vann’Antò, con il direttore dell’Agenzia Giuseppe Caruso e il procuratore nazionale antimafia Pietro Grasso. «Sono qui in Sicilia perché questa terra merita la massima attenzione e riconoscimento – ha dichiarato il ministro – qui insieme a me sono presenti le massime autorità, è presente lo Stato tutto». Fitta l’agenda della giornata siciliana per il numero uno del Viminale che ancor prima di raggiungere l’Agenzia ha voluto onorare la memoria del giudice Giovanni Falcone e dei tre agenti della scorta uccisi nell’attentato del 23 maggio del’92, fermandosi all’altezza di Capaci. Dopo aver presenziato alla riunione straordinaria della giunta regionale dedicata all’alluvione nel messinese, Cancellieri, alla presenza di Manganelli e delle autorità ha deposto una corona di alloro al monumento che ricorda il sacrificio dei caduti nella lotta contro la mafia, in piazza delle XIII Vittime.

CONCORSI IN POLIZIA
LA DOMANDA È ONLINE

Nuove procedure di arruolamento per gli aspiranti ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/12/2011