a cura di Anacleto Flori

Sul veliero di Narnia con la Postale

CONDIVIDI

Sul veliero di Narnia con la Postale

Conoscere il modo sicuro di “navigare” ed evitare le insidie del Web? Ora si può imparare anche andando al cinema. Il 13 dicembre scorso la Polizia postale e la Twentieth Century Fox Italia hanno presentato un’iniziativa rivolta ai giovani studenti delle elementari e medie di tutta Italia. In contemporanea a Milano, Torino, Bologna, Firenze, Roma, Napoli, Reggio Calabria e Catania è stata trasmessa la “primissima visione” del film “Le cronache di Narnia: il viaggio del veliero”, uscito nelle sale cinematografiche il 17 dicembre. Un’occasione unica per 2.400 ragazzi provenienti da alcune zone disagiate del nostro Paese che hanno avuto la possibilità di immergersi nel fantastico mondo creato da C.S.Lewis e al contempo riflettere su tematiche importanti per la loro età. Prima del film è stato proiettato uno spot per far conoscere ai ragazzi l’attività della Polizia postale e delle comunicazioni e per spiegare il modo più sicuro per “navigare”. Nel filmato viene raccontato un episodio di cyberbullismo, uno dei reati più diffusi sul Web tra i giovani. L’intento è insegnare ai navigatori più piccoli che Internet può essere fonte di divertimento e apprendimento a patto di rispettare delle regole; infrangerle nel mondo virtuale equivale a farlo in quello reale. «I dati disponibili e le nostre esperienze nelle scuole – dichiara Antonio Apruzzese, direttore del Servizio polizia postale e delle comunicazioni – ci mostrano come i bambini, già dalle scuole elementari, iniziano ad avere i primi contatti con i mezzi informatici e Internet. Contatti che diventano sempre più frequenti con il passare degli anni quando i ragazzi accedono al mondo delle relazioni attraverso chat, social network e instant messaging. Per tali motivi – conclude Apruzzese – iniziative come queste sono fondamentali per far conoscere alle nuove generazioni come utilizzare al meglio le tecnologie e la Rete senza incorrere in inutili rischi. Anche Osvaldo De Santis, presidente e amministratore delegato di Twentieth Century Fox Italia, ha accolto con soddisfazione questa iniziativa: «È per noi un onore – afferma – poter essere utili non solo a far sognare e divertire il pubblico, ma anche a educare e a prevenire. Per questo abbiamo con piacere messo a disposizione della Polizia di Stato il nostro film e confermiamo la nostra massima disponibilità per altre iniziative future». Chissà? Forse questo “viaggio” sarà solo il primo della serie.
Il video della Postale sul cyberbullismo è visibile su:
www.youtube.com/watch?v=71GJuUanpBM.
Elisabetta Sabbatucci

Mezzo secolo tinto di rosa
Massa Carrara. È stata una serata speciale quella che al ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/01/2011