Futuro al quadrato

 “C’è qualcosa di nuovo oggi nel sole, anzi d’antico”, recita un verso di Giovanni Pascoli, riferendosi al dispiegarsi degli aquiloni in cielo. In questo numero di Poliziamoderna troverete qualcosa di nuovo, i Qr, codici quadrati che rimandano a gallerie fotografiche e video da poter guardare con il vostro smartphone, innestati nell’antico, cioè sulla pagina di carta. Carta che non è solo un medium del passato, ma il supporto tecnologico per trasmettere informazione e sapere a tutt’oggi più affidabile e duraturo. Non abbiamo alcuna certezza, infatti, che ciò che abbiamo memorizzato su cd, dvd, pen drive sopravviva alla prova del tempo né che esisteranno i software adatti a leggerli. Ma visto che nostalgici non siamo, abbiamo voluto affacciarci con i Qr alla multimedialità, certi che questa sia la scommessa dell’informazione del futuro prossimo: un’integrazione tra ciò che di meglio ci dà ancora la tradizione e ciò che di meglio promette l’innovazione tecnologica. Ecco, per dirla con il Pascoli con il numero di dicembre abbiamo messo le ali alle nostre pagine per farle volare come aquiloni, per far loro conquistare nuovi spazi sul Web, aprendo la bidimensionalità della carta allo sviluppo audiovisivo. Siamo il primo house organ della pubblica amministrazione a farlo e a farlo “in casa” con le nostre risorse e competenze. È un’operazione rischiosa. Del resto senza osare, mettendo in conto cadute ed errori, non si cresce. Ce lo insegna l’esperienza del calendario 2011 della Polizia di Stato: commissionato dal capo della Polizia coraggiosamente e per la prima volta agli studenti di un istituto statale e accolto come un guanto di sfida da una altrettanto coraggiosa dirigente scolastica e dai suoi professori. I ragazzi hanno accettato di elaborarlo con impegno e tempistica da professionisti , confrontandosi con un tema insidioso: come loro vedono la polizia. Ne è risultato un prodotto intenso, denso di vitalità creativa, che il capo della Polizia, Antonio Manganelli, ha voluto sostenere e accompagnare con una lettera scritta di suo pugno che pubblichiamo a seguire come il miglior augurio a tutti voi per il 2011. Perché quando si dà ascolto ai ragazzi si dà spazio al nostro futuro e alle nostre speranze. Quale occasione migliore quindi per Poliziamoderna se non l’articolo sul calendario per introdurre i Qr che raccontano i backstage di ogni mese. Una novità tecnologica che ci avvicina alla comunicazione multimediale e web prediletta dai giovani. L’articolo è stato impaginato a scuola con gli studenti rendendoli partecipi di questa avventura giornalistica che stiamo intraprendendo. Non rimane che augurarvi buona lettura e – è il caso di aggiungere – buona visione.

01/12/2010