Annalisa Bucchieri

TECNOLOGIE ANTIRAPINA: Videosorveglianza in farmacia

CONDIVIDI

TECNOLOGIE ANTIRAPINA: Videosorveglianza in farmacia

Il progetto di una sicurezza partecipata si è arricchito di un nuovo importante tassello con la firma di un accordo di collaborazione tra Federfarma, l’associazione che riunisce i titolari di farmacie, e il ministero dell’Interno. Il nuovo protocollo, firmato dal ministro Roberto Maroni e dalla presidente della Federazione Annarosa Racca, alla presenza del capo della Polizia Antonio Manganelli (foto sopra), prevede la possibilità per i farmacisti di procedere all’installazione di strumenti di videoregistrazione all’interno delle farmacie, collegati direttamente con le sale operative delle questure, elevando il livello di sicurezza del proprio esercizio, dei dipendenti e dei clienti. Sarà, infatti, sufficiente premere il pulsante di un telecomando per inviare, in tempo reale, alla sala operativa le immagini di un’eventuale rapina in corso. Tale sistema di videosorveglianza è stato già sperimentato nel corso del 2009 nel comune di Milano con ottimi risultati, tanto che le rapine alle farmacie sono diminuite del 39% rispetto all’anno precedente.

POLIZIA FERROVIARIA
Sicurezza in stazione
Sofisticate e potenti telecamere in grado di sorvegliare palmo a palmo tutta la zona della stazione incessantemente percorsa ogni giorno da centinaia di miglia di viaggiatori. Ma anche un innovativo sistema di visualizzazione videowall, composto da 6 monitor da 50 pollici. Gli operatori della sala operativa della Ferroviaria possono ruotare o zoomare l’immagine, nel caso in cui risulti qualcosa di sospetto, e quindi intervenire prontamente e in maniera mirata in qualsiasi situazione di pericolo. Sono solo ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/11/2010