Anacleto Flori

Spider man

Arrampicata sportiva. Un mix di forza, resistenza e potenza esplosiva, per uno sport da veri uomini ragno

Le braccia e le gambe si allungano e si contraggono rapide sulla roccia alla ricerca di nuovi appigli. Le dita danzano nell’aria, poi artigliano un appoggio, questione di attimi e subito sono di nuovo lanciate verso l’alto, alla conquista della cima. L’ascesa è così rapida, e apparentemente senza fatica, che tutto il corpo sembra essere di colpo diventato leggerissimo e la forza di gravità non esistere più… Il protagonista di questo straordinario “effetto leggerezza” è il nostro “spider man” Christian Core, 35 anni di Savona, uno degli atleti più rappresentativi del Gruppo sportivo delle Fiamme oro, alfiere incontrastato dell’arrampicata sportiva cremisi ed unico “climber” ad avere vinto tutte le maggiori competizioni internazionali mondiali: due Coppe del mondo conquistate (1999, 2002), un Campionato iridato (2003) e uno europeo (2002) , un Campionato europeo militare (1999) , cinque italiani (1997, 2002, 2004, 2005 e 2006), quattro Coppe Italia (1999, 2001, 2002 e 2003) e vincitore degli Exstremes games in California (1998) e del Dima Rock Master (2005). Un palmarès di assoluto prestigio in una disciplina relativamente giovane.

La storia
A differenza dell’alpinismo classico, l’arrampicata ha scelto la strada della competizione pura. L’obiettivo è quello di scalare le pareti senza l’aiuto di strumenti artificiali: corde, chiodi, imbragature e moschettoni vengono infatti usati soltanto per garantire la sicurezza degli atleti. A stabilire le prime regole fu lo statunitense John Hill, a metà degli Anni ’50, e non è un caso se il “free climbing” mosse i primi passi proprio negli Usa, grazie alla abbondanza di pareti di granito che, contrariamente a quelle calcaree, offrivano solidi appigli agli arrampicatori. I primi a introdurre l’arrampicata nel Vecchio Continente furono invece gli inglesi, i quali dovendo accontentarsi di montagne non molto elevate, cercavano in questo modo di rendere più avvincenti e difficoltose le scalate. Il passo successivo nell’evoluzione dell’arrampicata fu la nascita delle competizioni: le prime gare si svolsero in Italia a Bardonecchia (To) nel 1985. Fu una data storica, da quel momento l’arrampicata si guadagnò lo status di una vera disciplina sportiva con tanto di federazioni internazionali, anche se all’inizio ci fu molto scetticismo e alcuni tra i più forti arrampicatori si rifiutarono di ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/08/2010