a cura di Annalisa Bucchieri

Polizia di stato: convenzione con il Coni

CONDIVIDI

Sottoscritta a fine luglio una convenzione valida fino al 2012 tra il capo della Polizia Antonio Manganelli (a destra nella foto insieme al prefetto Luigi Mone, direttore centrale per gli Affari generali della Polizia di Stato) e il presidente del Coni Giovanni Petrucci per il mantenimento e l’accrescimento del patrimonio sportivo nazionale. Per parte sua il Coni si impegna a supportare l’attività dei Gruppi sportivi della Polizia di Stato Fiamme oro concorrendo finanziariamente alla realizzazione e manutenzione delle loro infrastrutture sportive; all’attuazione dei programmi di training di alto livello; alla formazione dei quadri dirigenziali delle Fiamme oro, mediante convenzioni con la Scuola nazionale del Coni. Viceversa la Polizia di Stato si impegna a consentire che atleti, tecnici, dirigenti delle Fiamme oro partecipino agli allenamenti o ad altri eventi connessi con lo sport, organizzati dal Coni o dalle federazioni sportive internazionali e nazionali; a contribuire, compatibilmente alle esigenze di servizio, all’organizzazione e svolgimento di manifestazioni sportive; a favorire l’utilizzo dei plessi sportivi della Polizia di Stato da parte di atleti di alto livello; ad agevolare l’avvicinamento dei giovani, con opportune iniziative, allo sport e alla Polizia di Stato. Il capo della Polizia all’atto della stipula ha dichiarato che «Questa convenzione con il Coni è il segno tangibile dell’importanza che la polizia assegna ai valori incarnati dai poliziotti nello sport che si trasformano in una vera e propria attività di prevenzione».

Parlamento europeo
Una nuova legge per i diritti dei sordo-ciechi
Riconoscimento della sordocecità come disabilità unica e specifica, maggiore salvaguardia ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/08/2010