Loredana Lutta

Auto sparite

CONDIVIDI

Germania
Del vulcano islandese che negli scorsi mesi ha portato scompiglio nei cieli di mezza Europa hanno imprevedibilmente approfittato i ladri di auto. Fingendosi passeggeri aerei rimasti a terra in Germania hanno noleggiato vetture anche prestigiose di cui si è poi persa ogni traccia. In ogni caso il minimo storico del 2008 di 37mila furti d’auto in Germania era andato in fumo prima ancora dell’eruzione dello Eyjafjallajökul: nel 2009 l’aumento delle denunce è stato di quasi il 9% rispetto all’anno precedente e rappresenta il capolinea di un calo ininterrotto iniziato nel 1993 quando a sparire erano state più di 200mila vetture. Si sono volatilizzate soprattutto dai Länder di confine, in particolare Berlino, Brandeburgo e Sassonia, grazie anche all’allargamento dello spazio Schengen che ha cancellato le frontiere con i Paesi dell’Est europeo. La refurtiva riappare più spesso in Ucraina, Bielorussia, Romania, Paesi Baltici e Russia ma anche in Marocco e nei Paesi dell’Africa occidentale dove arriva via mare proveniente dai porti olandesi. Spesso non presenta segni di effrazione: i ladri si servono della chiave, sottratta al proprietario o riprodotta, come più spesso avviene per le vetture ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/07/2010