Sara Cerqua

Shopping a tempo

CONDIVIDI

Nati negli Stati Uniti e poi esportati in tutto il mondo, i temporary shop offrono prodotti di ogni genere, ma solo per un certo lasso temporale; e dalle vetrine delle città si stanno trasferendo sul Web

Appaiono all’improvviso, dal nulla, e dopo qualche settimana scompaiono. Sorgono nelle vie più trendy ed eleganti delle grandi città, dove ogni giorno si registra il transito di migliaia di persone. Dispongono di spazi mutevoli, interni modulabili e in continuo cambiamento in cui si alternano brand e prodotti limited edition. Recano in vetrina un timer che fa il conto alla rovescia dei giorni, delle ore e dei minuti di apertura rimasti. Sono i temporary shop o pop-up store ovvero negozi a tempo, una nuova realtà che si sta affermando in Italia ma viene da Oltreoceano. Proprio a New York, nelle vie più glamour, dove l’affitto per attività commerciali supera gli ottomila euro al mq, sono stati ideati i pop-up retail. Boutique, alternative a quelle tradizionali e aperte per un periodo limitato, in cui lanciare prodotti specifici, esporre le proprie creazioni, saggiare il mercato e testare nuovi prodotti. Nel bel mezzo di SoHo (paradiso dello shopping a ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/03/2010