a cura di Maria Grazia Giommi

In nome della legge

CONDIVIDI

- Cassazione civile -

Mediazione - Diritto del mediatore alla provvigione
Quando l’affare concluso per il tramite del mediatore sia soggetto ad una condicio iuris, rappresentata dalla necessità di un’autorizzazione amministrativa, il diritto del mediatore alla provvigione non sorge sino a quando non sia intervenuta l’autorizzazione, per effetto della previsione di cui all’art. 1757, comma primo, cc (Principio enunciato in riferimento ad un incarico di mediazione per l’acquisto di concessioni relative alla costruzione ed alla gestione di impianti di produzione di energia elettrica, tradottasi nella stipulazione di un contratto preliminare la cui efficacia, secondo la S.C., doveva ritenersi subordinata alla duplice condizione del rilascio della concessione e dell’assenso della P.A. alla cessione).
(Sez. III – 26 marzo 2009 n. 7332)


- Cassazione penale -

Associazione di tipo mafioso e favoreggiamento personale
Il delitto di partecipazione ad associazione mafiosa si distingue da quello di favoreggiamento in quanto nel primo il soggetto interagisce organicamente e sistematicamente con gli associati, quale elemento della struttura organizzativa del sodalizio criminoso, anche al fine di depistare le indagini di polizia volte a reprimere l’attività dell’associazione od a perseguirne i partecipi, mentre nel ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/03/2010