a cura di Annalisa Bucchieri

Cooperazione internazionale - Vertice operativo in Israele

Terrorismo, criminalità organizzata e crimini informatici. Queste le principali tematiche al centro degli incontri a cui il capo della Polizia Antonio Manganelli ha preso parte il 18 e 19 gennaio a Gerusalemme. Dopo l’omaggio al Museo dell’Olocausto (vedi foto), lo Yad Vashem dove, nel Giardino dei Giusti (coloro che rischiarono la vita per salvare gli ebrei dai nazisti), viene ricordato, tra gli altri, Giovanni Palatucci (l’ultimo questore di Fiume, morto all’età di 36 anni nel campo di concentramento di Dachau) Antonio Manganelli ha incontrato il direttore generale della pubblica sicurezza israeliano Hagai Peleg e il capo della Polizia israeliana Dudi Cohen. Nel corso degli incontri è emersa la necessità di rafforzare la cooperazione ed intensificare lo scambio di informazioni con la costituzione di gruppi di lavoro composti da esperti che permettano di condividere le best practices tra i due Paesi. L’Italia può mettere a disposizione la grande esperienza maturata nel contrasto alla criminalità organizzata ed alla criminalità informatica. Israele, dal canto suo, vanta un’esperienza eccezionale nelle tecniche di lotta al terrorismo e nella protezione individuale delle personalità.
L.M.

Polizia di Stato
Cnaipic e Vodafone, insieme contro gli attacchi informatici
Firmata dal capo della Polizia Antonio Manganelli e dall’amministratore delegato di Vodafone Italia Paolo Bertoluzzo, un’intesa per la protezione dei sistemi informativi che gestiscono l’infrastruttura tecnologica di comunicazione. Con questo ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/02/2010