a cura di Annalisa Bucchieri

Ministeri antistupro

Un fronte comune governativo per contrastare e prevenire gli episodi di violenza sessuale che negli ultimi tempi hanno registrano picchi allarmanti. Questo lo scopo del protocollo d’intesa siglato dal ministro dell’Interno, Roberto Maroni, il ministro per le Pari opportunità, Mara Carfagna, e il ministro dell’Istruzione, Maria Stella Gelmini. L’accordo di durata triennale vede il coinvolgimento delle forze di polizia, di enti e istituzioni locali. Si prevede, innanzitutto, il potenziamento del servizio 1522, numero pubblico di antiviolenza e anti-stalking per le donne, che non offrirà più solo supporto psicologico, ma anche assistenza operativa e sarà collegato con le centrali operative delle forze dell’ordine, in maniera diretta, telematica e telefonica. Contemporaneamente si punta al perfezionamento della formazione del personale delle forze di polizia, per uniformare il comportamento degli agenti nella gestione delle vittime di violenze e permettere loro di fornire una prima accoglienza e assistenza senza ulteriori traumi. In particolare la violenza tra le mura domestiche sarà oggetto di specifici corsi. Tra le varie iniziative sarà anche creato un sito internet, accessibile attraverso link dalle pagine web dei rispettivi ministeri, con tutte le informazioni sui servizi di prevenzione della violenza sessuale. Infine, sono allo studio possibilità di finanziare corsi di autodifesa per le donne. D’intesa col ministero dell’Istruzione, è stata istituita la Settimana contro la violenza, che si terrà dal 12 al 18 ottobre nelle scuole di ogni ordine e grado per riflettere sui temi del rispetto, della diversità e della legalità insieme a studenti, genitori e docenti, ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/08/2009