Sara Cerqua

Professor Web

La Rete pullula di siti, gratuiti o a pagamento, che offrono “aiuto” agli studenti per i compiti. Ma attenti: esiste già un software per smascherarare chi copia

L’anno scolastico è terminato.Gli studenti si riposano. Ma buona parte di loro, di ogni ordine e grado, non appaiono affaticati da mesi di studio perché a fare i compiti a casa e spesso anche quelli in classe, le ricerche, le tesine, le versioni e i problemi ci ha pensato Internet. Dalle elementari all’università, passando per medie e superiori, tanti studenti hanno scaricato dal Web tutto il necessario per superare le prove, senza spremersi le meningi neanche un po’. Con pochi attimi di connessione al dì e qualche click nei siti giusti si sono assicurati la promozione, con gran rammarico dei professori i quali non hanno mezzi per arginare un fenomeno così imponente né capacità tali per competere con i loro alunni ipertecnologici. La Rete, dal canto suo, di fronte alla crescente domanda di “aiutini” per tradurre autori latini o risolvere equazioni, ha risposto alle sollecitazioni offrendo una fitta serie di link gratuiti o a pagamento cui i ragazzi possono attingere 24 ore su 24. Piattaforme didattiche che, oltre a fornire temi belli e pronti, ricerche di storia e ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/07/2009