a cura di Antonella Fabiani

Vetrina

CONDIVIDI

Massimo Martinelli
La palude
Gli sprechi, le assurdità, gli eccessi e gli interessi che paralizzano la giustizia italiana

Roma, Gremese Editore, pp. 222, € 18,00
Da Emilio Alessandrini, uno dei magistrati-simbolo morti per mano di terroristi o di mafia, spesso con i loro agenti di scorta, a Giorgio Napolitano, un politico serio che ha sempre avuto ben presenti i problemi della giustizia sia da leader dell’opposizione sia da Presidente della Repubblica, a Denzel Washington, attore nero che in Philadelphia veste i panni di un avvocato che si cerca ingaggi al supermercato, proprio come sta succedendo in una catena di grandi magazzini italiani che offre ai clienti anche consulenze legali. Sono tanti i personaggi che entrano in questo libro che ricostruisce l’attualità “di sprechi, assurdità, eccessi e interessi che paralizzano la giustizia italiana”. E sono tante le notizie inedite che emergono in mezzo a una valanga di dati che danno il senso del cortocircuito che sta paralizzando una delle funzioni vitali della Nazione. Le 222 pagine vanno via in un soffio perché si vuol scoprire, come in un giallo, quali sono le ragioni per cui «molti Tribunali, che dovrebbero essere dei Templi, assomigliano invece sempre più a luoghi in cui è facile affondare, infangati, nella burocrazia e nell’immobilismo».

Dino Messina
Salviamo la Costituzione italiana
Milano, Bompiani, pp. 227, € 14,00
Ha compiuto sessant’anni dalla sua entrata in ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/11/2008