Sara Cerqua

Che tempo fa?

CONDIVIDI

Sono migliaia le pagine web dedicate alle previsioni meteo, ma solo alcune risultano essere attendibili. Ecco come orientarsi

Ormai una consistente percentuale di italiani non si sposta da casa senza aver prima consultato le previsioni meteorologiche. Per programmare l’attività quotidiana, il lavoro e le vacanze, guardano i bollettini meteo in televisione e soprattutto li cercano in Rete. Non a caso la parola “meteo” risulta essere una delle più usate nei motori di ricerca, i quali a domanda rispondono fornendo un elenco di siti meteoweb senza fine. Pagine e pagine di immagini satellitari, carte isobariche e isotermiche, dati sinottici, previsioni quantitative delle precipitazioni, emesse da enti pubblici e privati e siti fai-da-te con tanto di servizi a pagamento per previsioni meteo sms o sul proprio blog.
Questa valanga di informazioni che piovono sull’utente, oltre a dimostrare che la meteorologia è ormai diventata un business a tutti gli effetti, crea disorientamento e induce a porsi leciti interrogativi. Quale sarà il sito giusto da ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/07/2008