Sara Cerqua

La Rete solidale

CONDIVIDI

Donare vaccini, kit di pronto soccorso, coperte, biscotti o del riso a chi ha bisogno. Anche Internet può aiutare a fare del bene al prossimo. Ecco in che modo

Se si è disposti a fare del bene, la Rete dà l’opportunità di farlo al meglio. In virtù della sua interattività e dell’enorme interesse che riserva alla tutela dei diritti umani, il cyberspazio offre infinite possibilità per sostenere il prossimo e promuovere lo sviluppo di realtà disagiate. Accogliendo, però, migliaia di siti dedicati alla solidarietà, risulta spesso dispersivo nonché evasivo riguardo alle garanzie sulla destinazione d’uso dei fondi raccolti. Come orientarsi allora nel vasto panorama della Rete solidale? Partendo dalle principali organizzazioni mondiali dedite alla solidarietà, la prima tappa d’obbligo può essere riservata all’Unicef che, in 156 Paesi del mondo, opera per finanziare interventi di assistenza all’infanzia nelle principali crisi umanitarie in corso.
Aderendo al programma “Regali per la vita”, il Fondo delle Nazioni Unite per l’infanzia ci permette di donare qualcosa di veramente importante: un oggetto utile alla sopravvivenza di coloro che versano in condizioni drammatiche. La scelta che possiamo operare, con un semplice click, è tra vaccini antimorbillo, sali reidratanti, kit per ambulatorio, coperte di lana, biscotti e pompe per pozzi.
Altra immancabile tappa delle ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/06/2008