Maurizio Costanzo

Droga: parlarne in famiglia

CONDIVIDI
Non mi stupisco davvero che nuove droghe siano state recentemente immesse sul mercato italiano ipotecando perciò, in modo drammatico, la morte o la debolezza mentale di intere generazioni. Sono convinto, inoltre, che via via che le forze dell’ordine procedono allo smantellamento di un presidio di venditori di morte, altri sono subito pronti a subentrare, proponendo nuove pasticche, ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/01/2008