Cambio della guardia

Antonio Manganelli è il nuovo capo della Polizia, subentra a Giovanni De Gennaro. Una scelta che ha riscosso il consenso di tutti

Lunedì 2 luglio 2007, Scuola superiore di polizia di Roma: s’insedia il nuovo capo della Polizia, il prefetto Antonio Manganelli. Il prefetto Giovanni De Gennaro che per sette anni ha guidato la Polizia di Stato cede il testimone per assumere l’incarico di capo di Gabinetto del ministro dell’Interno Giuliano Amato. Un clima festoso e solenne insieme, nell’aula magna della Scuola, presenti il ministro Amato, rappresentanti politici, delle forze di polizia e delle diverse istituzioni militari.
Nell’aria anche molta commozione, amicizia, da parte di chi lascia ed emozione e gratitudine da parte di chi prende le redini del comando. Si chiude una lunga e difficile stagione, coronata da grandi successi e riconoscimenti e se ne apre un’altra nel segno della continuità e, com’è utile e naturale che sia, ciascuna contrassegnata dagli stessi ideali, valori e impegni e tuttavia diversa come diverse sono le personalità chiamate al complesso e gravoso compito. In queste pagine Poliziamoderna ripropone ai suoi lettori il testo integrale degli interventi dei prefetti De Gennaro e Manganelli. Entrambi i testi appaiono grandemente ispirati a quella difesa della legalità e della democrazia e contengono forti segnali di rinnovato impegno per assicurare al Paese sempre maggiori e migliori condizioni di sicurezza.
Poliziamoderna ringrazia il prefetto Giovanni De Gennaro per la sensibilità, la vicinanza e l’affetto con cui è sempre stato accanto alla rivista e formula al prefetto Antonio Manganelli, suo nuovo editore, i migliori auguri di buon lavoro.
01/07/2007