Umberto Galimberti

Trasparenza

CONDIVIDI
Quando salta il rapporto fiduciario, la sfiducia genera un circolo vizioso che non concede vie d’uscita. Perché non è una via d’uscita quel fiume in piena di nuove leggi e nuovi regolamenti, di circolari e direttive, di promemoria e di istruzioni, di procedure e protocolli, di relazioni particolareggiate, di trasmissioni d’informazioni formato standard che dovrebbero esprimere con esattezza quasi matematica la bontà dei servizi offerti all’utente, mentre ciò che ottengono è solo la compromissione del lavoro degli operatori. Che per gli insegnati è istruire gli allievi, per gli infermieri assistere i malati, per gli accademici tenere corsi e fare progredire la propria disciplina, per i tutori dell’ordine scoprire e contrastare l’illegalità, per gli operatori sociali aiutare chi non riesce a gestire da ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/11/2006