a cura di Annalisa Bucchieri

La polizia italiana per la sicurezza ai mondiali

CONDIVIDI

La polizia italiana per la sicurezza ai mondiali

Ci siamo. I mondiali di calcio in Germania sono alle porte. Una delegazione di esperti della Polizia di Stato ha iniziato la cooperazione con le forze dell’ordine tedesche. È una attività ormai collaudata, svolta sia in Corea e Giappone per la precedente edizione della Coppa del Mondo che in Portogallo per i Campionati europei; modelli operativi disciplinati da precise direttive dell’Unione europea.
La delegazione italiana sarà composta da 30 operatori specializzati nell’identificazione dei tifosi più violenti, nella sicurezza dei trasporti e nei controlli alle frontiere, che secondo quanto reso noto dalle autorità tedesche saranno ripristinati con la momentanea sospensione dell’Accordo di Schengen. 
I poliziotti italiani lavoreranno insieme con i colleghi tedeschi in tutte le località in cui giocherà la nazionale italiana, impegnata nella prima fase ad Hannover, a Kaiserslautern e ad Amburgo. Saranno presenti anche nelle stazioni ferroviarie, negli aeroporti e sui treni con a bordo tifosi ritenuti a rischio. Sebbene le informazioni circa i tifosi italiani non siano allarmanti, la vicinanza della Germania all’Italia e le maggiori capacità di organizzarsi dei gruppi ultras ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/06/2006