Antonella Fabiani

VETRINA

Guglielmo Gulotta
PSICOANALISI E RESPONSABILITÀ PENALE
Milano, Giuffrè editore,
pp. 391, e 37,00
Il testo ripropone l’edizione, riveduta, di un classico della psicologia giuridica nel nostro Paese. Lo studioso offre un’ampia e approfondita panoramica del metodo psicoanalitico nelle sue applicazioni al diritto penale e in particolare il principio della imputabilità e alla perizia nel processo. Dopo aver esposto i fondamenti della psicoanalisi forense (imputabilità nella scienza penalistica, volontà, libero arbitrio e determinismo, il comportamento deviante, la libido e l’aggressività) si passa a esaminare il ruolo della psicoanalisi nel processo penale. Tema centrale del volume l’imputabilità che, spiega l’autore nella introduzione, non è stata giuridicamente mutata fino a oggi nel nostro codice. La stessa sentenza dell’8 marzo 2005, n. 9163, delle Sezioni unite della Cassazione giustifica la valutazione dei disturbi di personalità anche secondo una visione psicoanalitica; dato che “infermità” non significa solo “malattia” ma ha un significato più ampio. Una sentenza che lascia aperto il difficile rapporto tra giustizia penale e psichiatrica, ma mette in luce la necessità della collaborazione tra giustizia penale e scienza, a cui il giudice non può rinunciare perché alla base dei protocolli scientifici. Il libro è aggiornato anche con gli ultimi sviluppi della psicoanalisi in relazione con le neuroscienze, la psicologia evoluzionistica e le scienze cognitive.

Silvana Turzio, Renzo Villa, Alessandra Violi
Locus Solus
LOMBROSO E LA FOTOGRAFIA

Milano, ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/03/2006