a cura di antonella Fabiani

Vetrina

CONDIVIDI

MANUALE DI PSICOLOGIA INVESTIGATIVA
A cura di Amato Luciano Fargnoli
Milano, Giuffrè editore, pp. 355, € 26,00

Èsempre più preminente l’approccio psicologico nell’ambito delle indagini criminalistiche, al punto che oggi l’attività dello psicologo appare sempre più legata a quella dell’investigatore. Interrogare un testimone, verificare la attendibilità di una testimonianza, stabilire un confronto, la negoziazione richiedono l’utilizzo di tecniche multidisciplinari. Lo stesso psicologo sempre più frequentemente esprime il suo contributo anche sulla scena del delitto, investiga per rintracciare quei segni che possono denotare un determinato modo di agire. Infatti solo il suo profilo professionale può offrire informazioni sul tipo di devianza che può caratterizzare un comportamento criminale e arrivare a ricostruire oltre alla cronologia dei fatti avvenuti prima e dopo un delitto, anche la dinamica dell’episodio; delineare un possibile identikit dell’autore del reato anche con i confronti con altri casi simili.
Il manuale curato da Fargnoli, dirigente della Sezione di Criminologia applicata nel  Servizio di polizia scientifica, riporta le novità e le soluzioni più recenti proposte dalle teorie psicologiche che l’investigatore può adottare nella sua attività. Sono analizzati i diversi ambiti di applicazione come la comunicazione, l’attenzione nel recupero delle tracce lasciate nella memoria per la ricostruzione di un identikit, nella individuazione del tipo di comportamento criminale, nell’omicidio seriale, nell’intervista e nell’interrogatorio.

Giovanni Floris, Filippo Nanni, Pergentina Pedaccini
FATTI CHIARI
Roma, Centro documentazione ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/01/2006