a cura di Antonella Fabiani

Vetrina

Giuseppe Amato
I reati dell’operatore di polizia
Roma, Laurus Robuffo, pp. 190, e 12,00

Un nuovo manuale per conoscere o approfondire tutti gli aspetti delle violazioni penali degli operatori di polizia. Prendendo il via dall’analisi della qualità di pubblico ufficiale dell’operatore, il testo tratteggia con un linguaggio semplice le norme oggetto dello studio. I riferimenti normativi sono precisi e puntuali così come i commenti di carattere dottrinale sulle problematiche sollevate nel corso dell’esame delle singole fattispecie. L’agilità di consultazione del testo è favorita dai riferimenti giurisprudenziali: sintetici ma che forniscono tutti gli elementi necessari a eventuali ulteriori approfondimenti in altre sedi. Agevola la consultazione un indice analitico presente in fondo al testo. Il libro analizza anche le posizioni degli operatori delle singole forze dell’ordine in relazione alle norme penali speciali che ne disciplinano l’operato; a titolo di esempio citiamo, per la Polizia di Stato, l’arbitraria utilizzazione di prestazioni lavorative; per la Guardia di Finanza la collusione con estranei per frodare la finanza e poi ancora i reati legati allo status militare di alcuni corpi di polizia come il peculato militare, la violata consegna. Interessanti i riferimenti processuali penali con le indicazioni delle competenze dell’autorità giudiziaria e degli atti di iniziativa possibili da parte della polizia giudiziaria.

Gianrico Carofiglio, Alessandra Susca
LA TESTIMONIANZA ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/12/2005