La mensa per gli ausiliari

CONDIVIDI

La mensa per gli ausiliari

Sono un agente ausiliario di leva della Polizia di Stato e ho un quesito che vorrei porre alla vostra attenzione: sono stato assegnato a Milano e mi hanno detto che gli ausiliari di leva pagano il vitto alla mensa dell’amministrazione. Mi sembra strano perché credevo che vitto e alloggio fossero gratuiti per chi svolge servizio di leva e poi analizzando la legge 203 del 1989, all’articolo 1, credo ci siano disposizioni che in qualche modo mi danno ragione. Potreste aiutarmi a sciogliere questo interrogativo?
M.C.


In relazione al suo quesito è bene chiarire che la normativa di riferimento per la fruizione del beneficio in argomento è il decreto del presidente della Repubblica 28 ottobre 1985 n. 782 che approva il regolamento di servizio dell’amministrazione della pubblica sicurezza.
All’articolo 54 del decreto in questione si dispone che la fruizione gratuita della mensa di servizio cessi al momento della nomina in prova alle varie qualifiche e, per gli ausiliari di leva, al termine del quarto mese di servizio.
Diverso invece il caso disciplinato dalla legge 18 maggio 1989 n. 203, art. 1, comma I, lettera d) che prevede il diritto alla mensa ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/06/2005