Maria Cristina Ascenzi*

Quando il copyright è a rischio

CONDIVIDI

La tutela giuridica delle opere di ingegno si scontra con la dimensione planetaria di Internet. Foto, video e musica circolano liberamente all’insaputa degli autori

Quando il copyright è a rischio

Le cronache degli ultimi tempi sono piene di casi in cui foto, video, documenti di ogni tipo pubblicati su Internet, sono stati diffusi da chi li ha trovati o, spesso, da qualche navigatore che li ha visualizzati casualmente sul proprio schermo. Se uno di questi navigatori è un professionista dell’informazione, capita di ritrovare quelle foto o quei video sparati a tutta pagina o a tutto schermo su giornali e televisioni di mezzo mondo.
E non solo. Se infatti fino a pochissimo tempo fa pensare e realizzare un sito era affare da addetti ai lavori, oggi sono diffusissimi gli spazi facilmente gestiti da un singolo individuo, senza una particolare abilità tecnica. Basta un personal computer connesso alla Rete. E in questi siti personali – gli oramai notissimi blog, per intenderci – è possibile condividere di tutto, dalle proprie opinioni a file dei tipi più disparati: filmati, musica, foto e ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/03/2005