Antonella Bertoldi

Kia Kaha, misura antibullismo

CONDIVIDI

Kia Kaha, misura antibullismo

Nuova zelanda
L’Italia, come gran parte dei Paesi occidentali, sta cominciando a fare i conti con piccoli e più grandi episodi di bullismo scolastico in cui, come spiega il significato della parola inglese bully (prepotente), qualcuno usa forza e potere per terrorizzare, fare del male o per costringere chi è più debole a fare qualcosa. Le polizie anglosassoni, purtroppo, conoscono questo problema da più tempo di noi, e molte hanno cercato possibili sistemi per contrastarlo e prevenirlo. La polizia neozelandese, per esempio, con il suo omologo Ufficio minori e con la collaborazione dei servizi sociali specializzati nell’ambito della formazione scolastica, ha predisposto il programma Kia Kaha.
Kia Kaha è un piano ideato per aiutare le scuole a creare un ambiente sano, in cui ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/03/2005