a cura di Anacleto Flori

Un esempio da seguire

CONDIVIDI

Un esempio da seguire

“15-28 luglio 1971 in Valstagna (Vi), malgrado il fallimento di due precedenti spedizioni di soccorso di qualificati gruppi di subacquei, conclusesi con gravi incidenti ai pur valorosi operatori e che avevano minacciato di trasformarsi in nuova tragedia, si offriva volontariamente, con consapevole ardimento ed eccezionale generosità di ritentare, unitamente ad altri animosi, le operazioni di recupero della salma di un illustre speleologo, rimasta imprigionata fra anfratti di una profonda e angusta caverna subacquea”. Con queste parole si apre la motivazione per la Medaglia d’Oro al Valor Civile concessa all’allora appuntato del Corpo delle guardie di pubblica sicurezza Luigi Piscitelli: insieme ad altri cinque coraggiosi sommozzatori, Piscitelli s’infilò in un anfratto di un’insidiosa grotta, a oltre 65 metri di profondità sotto il livello del mare, riportando a galla la salma dello speleologo. Fu proprio lui a ritrovare la via della risalita nel momento in cui insieme ai colleghi rimase imprigionato in uno stretto cunicolo. Un’impresa portata a termine con successo e definita “da manuale” anche nel libro Manuale del subacqueo di Gino Catalucci.
I ragazzi del Centro nautico e i professionisti dell’immersione al comando dell’allora colonnello Paolo Kurecska, capostipite di una foltissima schiera di sommozzatori d’eccezione, rischiarono più volte di rimanere prigionieri della caverna e impiegarono ben 13 giorni per portare a compimento la missione.
Oggi Poliziamoderna, unendosi al dolore della moglie Mimma, ricorda il valore del collega che ci ha lasciato il 4 febbraio scorso.

20° corso dirigenziale
Dopo trecento ore di lezioni e la redazione finale di 128 elaborati, si è chiuso, il 28 gennaio scorso, il ventesimo corso di formazione per l’accesso alla qualifica di primo dirigente. “La formazione è l’enzima del cambiamento – ha detto ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/03/2005