Fulvia Caprara

Una donna nella rivoluzione

CONDIVIDI

Esce nelle sale "Il resto di niente" un affresco storico sul movimento napoletano del 1799 e sulla principale artefice della rivolta, la nobile Eleonora Pimentel

Una donna nella rivoluzione

Una donna sola, lo sguardo perso nei tormenti di un passato denso di scelte, entusiasmi, tragedie, attende la morte per impiccagione nella Napoli del 1799, una città viva e violenta, appena scossa dal vento breve della Rivoluzione partenopea. Il suo nome aristocratico, Eleonora Pimentel de Fonseca, non serve ad allontanare lo spettro dell’esecuzione. Con un gruppo di giacobini napoletani, intellettuali di nobile nascita, Eleonora, anzi Lenòr, come la chiamavano i suoi amici, ha inseguito un sogno politico e sociale irrealizzabile. La sua colpa è stata cercare di far nascere, mentre la città veniva conquistata dai ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/02/2005