La memoria

CONDIVIDI

La memoria

ROMA. Un’anziana signora, spalle curve e il volto segnato da un dolore che non conosce tempo, riceve dalle mani del presidente della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi una medaglia d’oro al Valore civile in ricordo del figlio, Michele Tatulli, guardia di pubblica sicurezza, ucciso dai terroristi. Una figura di madre che riassume in sé tutto lo strazio degli altri familiari che lo scorso 29 settembre hanno ritirato il riconoscimento attribuito ai loro cari, vittime della follia eversiva: il maresciallo Domenico Taverna, il vice brigadiere Rocco Santoro, l’appuntato Antonio Cestari e le guardie Maurizio Arnesano, Andrea Campagna e Michele Granato.

ROMA
. “Samuele Donatoni, o Sam come veniva chiamato dai suoi colleghi, era un ragazzo eccezionale, che credeva fermamente nel suo lavoro. Con la sua morte, quel disgraziato 17 ottobre di sette anni fa nel corso di un conflitto a fuoco con i sequestratori dell’industriale Giuseppe Soffiantini, si è rotta per sempre un’aura di inviolabilità che aveva fino allora protetto i ragazzi del Nocs”. Con queste parole colme di commozione, il vice capo della Polizia Giuseppe Procaccini è intervenuto lo scorso 16 ottobre alla cerimonia di intitolazione dell’area addestrativa del Centro polifunzionale di Spinaceto alla memoria dell’ispettore Donatoni. Nel corso della manifestazione è stato scoperto un cippo commemorativo dalla signora Tiziana Donatoni, madre di Samuele.

Rally in Sardegna
COSTA SMERALDA. Una sfilata di affascinanti auto storiche provenienti dal Museo delle auto della polizia, tra cui la mitica Ferrari 250 Gt del maresciallo Armando Spatafora e le Alfa Romeo 1900 e 51 rossa (la cosiddetta “matta”), ha fatto da suggestivo scenario al “Supermag rally Italia Sardinia 2004”, prova del Campionato del mondo, che si è disputata per la prima volta sui percorsi sterrati della Costa Smeralda, dal 1° al 3 ottobre. Tre giorni di festa lungo le strade del rally ma anche intorno agli stand della Polizia di Stato dove si sono alternati alcuni dei migliori piloti italiani di Formula 1, tra cui Gianmaria Bruni, Giorgio Pantano e l’ex campione iridato di rally Miki Biasion. I portacolori azzurri si sono intrattenuti con i moltissimi giovani appassionati di motori, dispensando utili consigli per una guida veloce ma sicura. Alla fine corone di alloro e fiumi di champagne per il vincitore del Supermag il norvegese Setter Solberg, campione del mondo uscente, a bordo della Subaru Impreza (nella foto mentre esulta in piedi sulla Ferrari 250 ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/11/2004