Maurizio Costanzo

Non è solo un gioco

Chi scrive è contrario all’eccessivo uso di videogame. Chi scrive pensa che ai ragazzi questo intrattenimento possa provocare seri e gravi disturbi. Ad esempio l’assuefazione a una comunicazione visiva rapida, ma anche superficiale. Per non dire poi dei contenuti di questi giochi. Ne ho visti alcuni decisamente censurabili e altri talmente sciocchi da essere anch’essi da vietare. ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/02/2004