Giandomenico Protospataro

Viaggi e bagagli

CONDIVIDI

Alcune semplici regole per andare in vacanza più sicuri sfruttando tutto lo spazio disponibile sulle automobili

Viaggi e bagagli

L’estate è iniziata e la voglia di godere la tanto sognata vacanza rende necessario un diverso impiego del veicolo. L’auto, piccola o grande che sia, viene usata anche per trasportare tutti gli oggetti indispensabili per garantire il migliore sfruttamento del tempo libero. Tuttavia, anche per l’enorme mole di bagagli che mariti, mogli e figli sono costretti a portarsi in villeggiatura, viene spesso la tentazione di caricare il veicolo fino al limite della sua capienza, e spesso, anche oltre. Ma questa operazione non può essere fatta con tanta leggerezza: il codice della strada, infatti, agli articoli 164 e 167 e 169, disciplina in modo dettagliato le modalità di trasporto degli oggetti sui veicoli e lo fa, soprattutto, con lo scopo di tutelare l’incolumità delle persone dai rischi – molto più reali e concreti di quanto non si possa immaginare – connessi a un’accidentale perdita del carico o ai possibili danni provocati dal carico stesso in caso di incidente. In effetti, la scorretta sistemazione del carico, soprattutto all’interno dell’abitacolo di un’autovettura, in caso d’incidente, anche di lievi entità, può provocare danni gravissimi alle persone, spesso più gravi delle conseguenze prodotte dallo stesso urto. E può sembrare strano ma, in questi casi, gli oggetti più piccoli e più leggeri sono, spesso, quelli più pericolosi perché possono essere proiettati ad alta velocità contro il conducente o i passeggeri provocando gravi lesioni alla testa.

Sistemazione dei bagagli nell’abitacolo
Se non c’è spazio sufficiente nel bagagliaio, oggetti personali e valige possono trovare posto anche nell’abitacolo delle autovetture, a condizione che siano sistemati in modo stabile e non limitino la visibilità anteriore o laterale nonché la libertà di movimento del conducente.
I bagagli sistemati nell’abitacolo possono, invece, ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

01/07/2004