Chiara Distratis

Fiamme vincenti

CONDIVIDI

ffoo 10-20

Da fine agosto abbiamo vissuto un mese e mezzo ricco di competizioni in questa stagione nella quale, a causa del Covid-19 molti eventi sono stati annullati o riprogrammati. A cominciare dai Campionati europei 2020 di ciclismo su strada che hanno visto brillare le nostre stelle cremisi. Ad aprire il medagliere dell’Italia ci ha pensato Elisa Balsamo che si è laureata nuova campionessa europea U23 donne (nella foto in alto a destra il momento della premazione). Dopo 80 chilometri percorsi all’interno di un circuito lungo 13,65, il gruppo è giunto compatto alla volata finale: qui ha fatto la differenza la grinta e la tenacia della ventiduenne poliziotta piemontese bravissima ad anticipare sul traguardo l’olandese Lonneke Uneken, argento, e la norvegese Emma Jorgensen, bronzo. «Il lockdown è stato abbastanza duro – ha raccontato Elisa – infatti allenarsi più di due mesi chiusi in casa sul ciclomulino non è stato facile ma sono molto contenta di essere riuscita a seguire il mio percorso senza mollare mai e i risultati si vedono. Da quando sono iniziate le gare mi sento bene fisicamente e ho raccolto buoni risultati fino ad arrivare a questa vittoria. Sono molto felice perché, come avevo già dichiarato, essendo il mio ultimo anno nella categoria U23 ci tenevo davvero moltissimo a questo successo. Col mio allenatore abbiamo preparato minuziosamente l’appuntamento e così sono riuscita ad arrivarci davvero in ottime condizioni. Fondamentali per la conquista di questa maglia sono state le mie compagne di squadra tra cui le poliziotte Elena Pirrone e Vittoria Guazzini che sono state fortissime. ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

09/10/2020