a cura di Cristina Di Lucente

I supereroi della legalità

CONDIVIDI

pdn 7-15

Frosinone. Si chiamano Vis e Musa i personaggi che animano il diario 2015 realizzato dalla Polizia di Stato e presentato lo scorso 1 giugno nella città ciociara. A distribuirlo è stato il capo della Polizia in persona, Alessandro Pansa, che ha consegnato le prime copie di “Il mio diario” ai ragazzi dell’Istituto comprensivo Frosinone 2. Alla cerimonia, che si è svolta presso il plesso “La Rinascita”, hanno partecipato, oltre al direttore responsabile dell’agenzia giornalistica Agi Roberto Iadicicco, molti testimonial appartenenti al mondo dello sport: Viviana Bottaro (karate) e Andrea Nava (nuoto pinnato) del gruppo sportivo Fiamme oro, e Alessandro Frara, capitano del Frosinone calcio. Ma i veri protagonisti sono stati loro, i ragazzi, destinatari del fantasioso progetto che ha il preciso scopo di diffondere i valori della legalità attraverso divertenti vignette tematiche che affrontano argomenti educativi importanti, dall’uso consapevole del Web alla sicurezza stradale, dalla tutela all’infanzia all’attività sportiva. Un vero e proprio strumento per aiutare a formare futuri cittadini, questo il senso del progetto, che prevede la distribuzione di 50mila copie in altre 9 province italiane e che è stato realizzato anche grazie al sostegno del ministero dell’Istruzione, Università e Ricerca e del ministero dell’Economia e Finanze.

L’invasione dei Mille
Jesolo (VE). Per la quarta edizione del Travel For Health la delegazione romana del Moto club Polizia di Stato ha accettato l’invito dei “cugini” del CC Motorday (il club dell’Arma dei Carabinieri) a partecipare al loro X anniversario della fondazione. Un serpentone di più di mille motociclisti ha percorso le strade venete alla scoperta di antichi borghi, paesaggi suggestivi, cucina tradizionale per arrivare in una Jesolo (VE) colorata e già pronta per la stagione estiva. Poi percorrendo la SS 51 il gruppo ha proseguito verso le Dolomiti: il Lago di Misurina, Cortina d’Ampezzo, le Tre Cime di Lavaredo, il Lago di Braies sono solo alcune delle tappe dove i centauri si sono fermati per ammirare le bellezze del paesaggio, assaggiare le specialità del posto e fare il pieno di energie. Oltre 2.000 chilometri percorsi in 5 giorni per divertirsi, condividere la passione per le due ruote, conoscersi meglio senza però mai scordarsi della solidarietà; anche dopo questo raduno al Piano Marco Valerio, gestito dal Fondo assistenza della Polizia di Stato per aiutare i figli dei poliziotti con malattie ad andamento cronico, è arrivata una donazione da parte del Motoclub.
Chiara Distratis

La bellezza salva il mondo
Torino. Un volto di donna dallo sguardo intenso, che osserva la sua vita con occhi nuovi, diversi. Il tratto pittorico di Diego Testolin, poliziotto-artista, racconta attraverso la rivisitazione del capolavoro del Canova Venere italica una donna in rinascita che, grazie alla sua forza rigeneratrice di vita, idee e passioni diventa portatrice di un messaggio di speranza. L’opera, nata sulla scia del progetto di denuncia contro la violenza di genere, è stata donata da Testolin alla fondazione Medicina a misura di donna, da anni impegnata nel processo di umanizzazione dei luoghi di cura, utilizzando l’arte come strumento in grado di superare catarticamente il dolore attraverso la ricerca del “bello”. Il poliziotto appartiene all’associazione Legalarte, che ha mosso i propri passi, grazie al supporto della fondazione, nell’aula universitaria dell’ospedale Sant’Anna di Torino lo scorso 28 maggio, presentando i propri obiettivi e valori fondanti. Scopo del sodalizio promuovere la legalità attraverso la cultura, nell’intima convinzione ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

04/05/2020