a cura di Mauro Valeri

In nome della legge

Cassazione penale

Cassazione – Casi di ricorso – Ricorso straordinario – Decisioni aventi ad oggetto istanze risarcitorie dei detenuti – Ammissibilità – Esclusione ragioni
È inammissibile il ricorso straordinario per errore di fatto proposto contro pronunce della Corte di cassazione che abbiano rigettato o dichiarato inammissibile il ricorso avverso provvedimenti di rigetto di istanze risarcitorie dei detenuti, trattandosi di provvedimenti che, pur intervenendo nei confronti di un “condannato”, non determinano la formazione del giudicato di condanna, né contribuiscono alla sua stabilizzazione.
(Sez.V – 11 marzo 2019 n. 15812)

Prove – Intercettazioni di conversazioni o comunicazioni – In genere – Installazione di apparecchiature atte a intercettare comunicazioni telefoniche – Spy software – Art. 617 bis, comma primo, cp – Applicabilità
I programmi informatici denominati “spy-software” che, se installati in modo occulto su un telefono cellulare, un “tablet” o un PC, consentono di captare tutto il traffico dei dati in arrivo o in partenza dal dispositivo, rientrano tra gli “apparati, strumenti, parti di apparati o di strumenti” diretti all’intercettazione o all’impedimento di comunicazioni o conversazioni telegrafiche o telefoniche tra altre persone, di cui all’art. 617 bis, comma primo, cp, in quanto categoria aperta, suscettibile di essere implementata per effetto delle innovazioni tecnologiche.
(Sez.V – 18 marzo 2019 n. 15071)

Circolazione stradale (nuovo codice) – Norme di comportamento – Circolazione – Guida in stato di ebrezza da alcool – Sostituzione della pena con il lavoro di pubblica utilità – Presupposti – Mancata opposizione dell’imputato – Sufficienza – Adesione espressa del deifensore – Procura speciale – Necessità – Esclusione
Ai fini della sostituzione della pena detentiva e pecuniaria con quella del lavoro di pubblica utilità ai sensi dell’art. 189, comma 9bis, del dlgs 30 aprile 1992, n. 285 (codice della strada), è sufficiente la mancata opposizione da parte dell’imputato, non essendo necessaria la sua espressa adesione, la quale, tuttavia, qualora sia comunque manifestata con atto scritto, può provenire anche dal difensore privo di procura ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

03/07/2019