a cura dell’Ufficio storico della Polizia di Stato

Antonio Bandiera e Mario De Marco

mam 8/9-18

I vari gruppi del fronte eversivo che hanno agito tra gli anni Settanta e il Duemila sotto la stella a cinque punte (simbolo delle Brigate Rosse) hanno condiviso la necessità di procurarsi armi per portare a termine clamorose rapine e assalti a banche, furgoni portavalori per autofinanziarsi e le armi da guerra costituivano una “preda” ambita. Alle ore 14,55 del 26 agosto 1982 due automezzi militari dell’Esercito Italiano, con a bordo undici tra soldati e graduati dell’89º Battaglione Fanteria Salerno, giunti a Pastena, nel lungomare di Salerno, all’altezza di via Parisi, incappano in un agguato delle BR. 

Una Fiat 131 si arresta davanti al ... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

29/08/2018