Franco Gabrielli

Tanti auguri Cnes

La Polizia di Stato ha un appuntamento importante con la sua storia sommersa e poco visibile mediaticamente, ma non per questo meno intensa. A giugno di sessant’anni fa nasceva la Specialità dei Sommozzatori, grazie alla quale la nostra istituzione estendeva la propria attività a garanzia della sicurezza alle acque profonde. 

Il motto dei nostri uomini-rana “Il nostro cielo inizia dove il vostro finisce”, è chiaramente indicativo del rapporto che questi operatori hanno con ogni ambiente liquido: lo considerano il loro mondo, perché là difficilmente altri accedono.

Ciò però, non ha mai impedito loro di essere vicini alla gente. Dalla fondazione nel 1958, ogni qualvolta in mare, nei laghi, nei fiumi, nel corso di calamità naturali, piuttosto che in concomitanza di gravi sciagure, c’è stata la necessità di intervenire per portare ogni tipo di soccorso, questi uomini si sono fatti sempre trovare pronti. 

Sono passati sessanta anni da quando l’Ispettore Generale del Corpo, Sabatino Cesare Galli, istituiva i sommozzatori del Corpo delle Guardie di P.S. per dotare i reparti della Polizia Marittima di elementi capaci di operare in ambienti scarsi o privi di ossigeno; da allora l’evoluzione tecnica della strumentazione ha fatto sì che i primi sommozzatori, veri pionieri di un’arte agli albori, divenissero veri professionisti del profondo. 

Lo straordinario cammino tecnico e professionale non avrebbe portato al livello oggi raggiunto senza il fattore umano. Da sempre coraggio, abnegazione, spirito di squadra e lucidità nell’affrontare il pericolo, costituiscono un tratto fondamentale dei sommozzatori, che hanno fatto tesoro del detto “in mare non c’è taverna”: bisogna immergersi sempre con il massimo della preparazione possibile. La loro professionalità è frutto di duro lavoro e di addestramento costante all’interno del Centro Nautico della Spezia, dove  attraverso cinque Sezioni distribuite sul territorio, garantiscono una capillare copertura nazionale per la tutela e la sicurezza nelle profondità acquee.

Ai nostri sommozzatori formulo i migliori auguri di buon anniversario con l’auspicio di  portare con loro nelle profondità il sentimento di vicinanza e di riconoscenza di tutta la Polizia di Stato e di tutti i cittadini.

*Capo della Polizia - Direttore generale della pubblica sicurezza

31/05/2018