a cura di Mauro Valeri

In nome della legge

CONDIVIDI

Cassazione penale

Appello – Divieto di reformatio in peius – Derubricazione del reato – Calcolo della pena – Limiti
Non viola il divieto di reformatio in peius il giudice dell’appello che, derubricando il reato, individui una pena base di entità maggiore rispetto a quella stabilita per l’originaria ipotesi di reato, purché venga irrogata in concreto una sanzione finale non superiore a quella inflitta dal giudice di primo grado.
(Sez. II – 14 luglio 2016 n. 33563)

Personali – Misure coercitive – Arresti domiciliari con il c.d. braccialetto elettronico – Indisponibilità del congegno elettronico – Misura coercitiva da applicare – Automatismo – Esclusione – Criteri – Individuazione 
Le Sezioni Unite della Corte di Cassazione – in materia di applicazione della misura degli arresti domiciliari con il c.d. braccialetto elettronico o di sostituzione della custodia cautelare in carcere con tale misura – hanno affermato che l’ accertata indisponibilità del congegno elettronico non comporta alcun automatismo nella individuazione della misura coercitiva applicabile, la cui scelta è, invece, rimessa al giudice, in base ai principi di adeguatezza e proporzionalità, in relazione alla intensità delle esigenze cautelari del caso concreto.
(Sez. Unite – 28 aprile 2016 n. 20769)

Personali – Misure coercitive – Arresti domiciliari – Autorizzazione ad assentarsi dal luogo di restrizione per indispensabili esigenze di vita – Nozione
La Seconda Sezione penale della Corte di Cassazione, decidendo in materia di autorizzazione ad assentarsi dal luogo degli arresti domiciliari ai sensi dell’art. 284, comma 3 cpp ha affermato che la nozione di “indispensabili esigenze di vita” deve essere intesa non in senso meramente materiale o economico, bensì tenendo conto della necessità di tutelare i diritti inviolabili della persona individuati dall’art. 2 Cost. (fattispecie in cui la S.C. ha annullato l’ordinanza del riesame che aveva rigettato la richiesta di un padre, finalizzata a garantire il rapporto genitoriale, di poter incontrare la figlia minore fuori dal domicilio di restrizione, nei tempi prescritti nel provvedimento di separazione legale).
(Sez. II – 30 marzo 2016 n. 16964)

... ...


Consultazione dell'intero articolo riservata agli abbonati

27/09/2016